Cultura in Alto Adige - Calendario eventi

Contenuto
 

Born Somewhere di Francesco ZizolaMostre

Mese della fotografia - mostra fotografica e videoproiezioni / Monat der Fotografie - Fotoausstellung und Videoprojektionen
    • 11.11.2017 - 01.12.2017
      lun ore 14.30 - 18.30
      mar-mer ore 10.00 - 12.30 e 14.30 - 18.30
      gio ore 10.00 - 19.00
      ven ore 10.00 - 12.30 e 14.30 - 20.00
      sab ore 10.00 - 12.30
      dom chiuso
Artisti: Francesco Zizola
BORN SOMEWHERE
Francesco Zizola
BORN SOMEWHERE

Born Somewhere nasce da un progetto lungo 13 anni, dedicato alla documentazione della condizione dell’infanzia nel mondo. La mostra ritrae la vita di bambini in 27 di differenti paesi: dalle vittime innocenti di conflitti armati come quelli in Angola, Afghanistan e Iraq agli orfani dell’AIDS in Kenya e Mozambico, dagli alienati figli del privilegio sociale in Giappone, ai piccoli imprenditori e reginette di bellezza di New York e Los Angeles. 

Born Somewhere ist das Ergebnis eines Projektes, das sich über 13 Jahre erstreckt und der Dokumentation der Lebensbedingungen von Kindern auf der ganzen Welt gewidmet ist. Die Ausstellung porträtiert das Leben von Kindern in 27 verschiedenen Ländern: von den unschuldigen Opfern der bewaffneten Konflikte in Angola, Afghanistan und Irak zu den durch AIDS zu Waisen gewordenen Kindern in Kenia und Mozambique, von den entfremdeten Sprösslingen des gesellschaftlichen Privilegs in Japan bis hin zu den kleinen Unternehmern  und Schönheitsköniginnen von New York und Los Angeles.


Francesco Zizola (Roma, 1962) ha fotografato le principali crisi e conflitti che si sono succeduti nel mondo negli ultimi 25 anni. Un forte impegno etico e una personale cifra stilistica caratterizzano la sua produzione fotografica. I suoi progetti e gli assignment per numerose testate italiane e internazionali lo hanno portato in tutto il modo, dandogli l’occasione di ritrarre crisi umanitarie spesso rimaste ai margini della notizia.  Francesco ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui dieci World Press Photo e sei Picture of the Year International. Nel 2017 è stato vincitore del  National Magazine Award for Feature Photography per il suo lavoro sui migranti. Sette sono i libri che ha pubblicato, tra cui “Uno sguardo inadeguato” (2013), “Iraq” (2007) e “Born Somewhere” (2004) dedicato alla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza in 27 paesi del mondo. Nel 2003 Henri Cartier Bresson include una fotografia di Francesco tra le sue 100 preferite. Da questa collezione nasce una mostra, ‘Les Choix d’Henri Cartier Bresson’ e un libro. Nel 2007 insieme a un gruppo di colleghi, fonda l’agenzia NOOR, la cui sede è ad Amsterdam. Nel 2008 è tra i fondatori del 10b Photography di Roma, un centro polifunzionale dedicato alla fotografia professionale. E’ stato membro della giuria del World Press Photo per l’edizione 2014. Francesco vive a Roma.


Faranno cornice alla mostra tre serate con famosi fotografi i quali presenteranno i loro progetti fotografici inerenti al tema del mese della fotografia " infanzia negata".

Während der Ausstellung werden drei Veranstaltungen mit bekannten Fotojournalisten gezeigt, die ihre fotografischen Projekte zum Thema des Monats der Fotografie vorstellen werden "gestohlene Kindheit".

Conferenze - Veranstaltungen :

  • 17 novembre : Barbara Baiocchi: "Beauty baby contest"
  • 24 novembre Luca Catalano Gonzaga: "Child survival in a changing climate"
  • 30 novembre : Roberto Cristaudo : "Anlong Pi, Cambodia rubbish dump" 

 
 

Info

Circolo fotografico Tina Modotti Bolzano
 
entrata libera
per informazioni:
pier.massetti@gmail.com
cell. 3200132278
Centro Trevi : 0471 300980
 
 
 

Mappa

Centro Trevi
Bolzano, Via Cappuccini 28
 
 
 
 
 
Eventi segnati    0 Inserire un nuovo evento

Pubblicità

Network

 
 
 
 
 


Pubblicità

Pubblicità su cultura.bz.it
Pubblicità su cultura.bz.it
Pubblicità su cultura.bz.it




Quando vuoi essere avvisato/a?




.
Ci sono più date. Specifica quale vuoi segnare: