Cultura in Alto Adige - Calendario eventi

Contenuto
 

Egon Rusina/Medea Moroder - GraficaMostre

Padre e figlia espongono - per la prima volta in una mostra collettiva - disegni, acqueforti e silografie nelle stanze della galleria Offizin S. -
Egon Rusina/Medea Moroder, silografia (particolare), 2017
Galerie Offizin S., Meran
Egon Rusina/Medea Moroder, silografia (particolare), 2017

È da qualche tempo che l’artista gardenese Egon Rusina Moroder (*1949), reso noto in Alto Adige soprattutto per le sue illustrazioni e le sue caricature per lo più provocatorie, ha abbandonato l’arte figurativa, dandosi alla pittura astratta.

Influenzato dalla filosofia orientale, la pittura e il disegno sono diventati per lui un modo di riflettere sull’essenza delle cose. Sono ormai un rito, uno strumento di meditazione.

Nella semplicità della natura Egon Rusina trova il silenzio e la pace interiore per creare i suoi cicli monocromatici, cui si sta dedicando intensamente da anni.

Lavorando nel suo atelier en plein air sull’altopiano di Rasciesa, l’artista dal dicembre 2015 ha iniziato la realizzazione della sua ultima e tuttora incompiuta serie invernale Flutluft. Una selezione di trentadue disegni a matita, in cui Egon Rusina cerca di catturare “il movimento invisibile, il flusso dell’essenziale, il vuoto”, trova spazio nelle stanze della Galleria Offizin S. a Merano.

Per la prima volta il gardenese espone assieme alla figlia Medea Moroder (*1990). La giovane artista si è laureata all’Accademia delle Belle Arti di Urbino e sta insegnando da due anni al liceo artistico di Ortisei. Tecniche adottate e temi variano nell’opera dell’artista; in comune con il padre ha l’amore per la natura e la montagna, espresso nelle sue silografie di grande formato.


In occasione dell’inaugurazione della mostra sarà presentata l’ormai settima stampa bibliofila dell’Offizin S., nata in stretto rapporto all’esposizione sulle macchine tipografiche artigianali dell’officina. Conterrà poesie cinesi del periodo Tang (VII – IX secolo d.C.) tradotte da Martin Benedikter e illustrate da tre linoleografie di Medea Moroder.

 
 

Info

Galerie Offizin S.
Tel +39 0473 212354
 
entrata libera
 
 
 

Autore

Via Haller, 9
39012 Merano
 
 
 
 
Eventi segnati    0 Inserire un nuovo evento

Pubblicità

Network

 
 
 
 
 


Pubblicità

Pubblicità su cultura.bz.it
Pubblicità su cultura.bz.it
Pubblicità su cultura.bz.it




Quando vuoi essere avvisato/a?




.
Ci sono più date. Specifica quale vuoi segnare: